sabato 30 gennaio 2010

La nostra favola

Questo è il regalo che mia sorella Francesca ha fatto a Ale per il suo primo compleanno: la nostra favola

video

lunedì 25 gennaio 2010

Furbetto

Il tempo passa, tu cresci e parli parli parli parli!....da un lato una gioia immensa, dall'altro ......(a volte il ciuccio è una salvezza) Sei diventato proprio un furbetto! Qualche notte fa hai fatto la pipì nel letto (a cena avevi bevuto un sacco di acqua e coca cola) così il giorno dopo, dandoti la buona notte, ti ho detto che se ti fossi svegliato e ti fosse scappata la pipì dovevi correre nel bagno e poi, se volevi, nel lettone del babbo e della mamma.
Risultato: questo discorso veniva fatto alle 21, 20, alle 21,45 quando il babbo è venuto a vedere se ti eri addormentato, ti sei stiracchiato, hai fatto finta di svegliarti e tutto felice gli hai detto "dormito tanto, faccio pipì, poi vado nel lettino babbo-mamma".
Cosa avremmo dovuto fare lo sò, ma due minuti dopo dormivi nel lettone!

Un giorno sorrideremo di questi ricordi, così come ricorderemo con nostalgia le tue risatine mentre chiedi le coccole "nei piedini, sulle manine, sulla testa, sul nasino, sul pancino e sul culone", il tuo stupore di fronte ad un gioco nuovo (con la tua boccuccia a cuore aperta come un uccellino affamato), l'allegria con cui cerchi i nonni e gli zii, la felicità con cui parli della casetta in montagna, della neve e della cabinovia ( che nel tuo immaginario é una specie di astronave magica), la tenerezza con cui, qualche settimana fa, hai chiesto di dormire con Winnie Pooh e due elefanti e poi hai detto al babbo: "babbo Bruno, mamma Michi e Ale Linh piccolo....come noi" (e da quel giorno ti addormenti abbracciandoli stretti stretti).
Conserveremo nella memoria e nel cuore questi piccoli ricordi speciali, doni che ci fai ogni giorno senza saperlo.
Grazie Amore! Il babbo e la mamma
Ecco la piccola canaglia mentre balla felice!

video

lunedì 18 gennaio 2010

Tutti i colori dell'arcobaleno.......

"Una volta un dromedario, incontrando un cammello, gli disse:-Ti compiango, carissimo fratello; saresti un dromedario magnifico anche tu se solo non avessi quella brutta gobba in più.
Il cammello gli rispose: - Mi hai rubato la parola. E' una sfortuna per te avere una gobba sola. Ti manca poco ad essere un cammello perfetto: con te la natura ha sbagliato per difetto.
La bizzarra querela durò tutto una mattina.
In un canto ad ascoltare stava un vecchio beduino e tra sé, intanto, pensava: "Poveretti tutti e due, ognun trova belle soltanto le gobbe sue. Così spesso ragiona al mondo tanta gente che trova sbagliato ciò che è solo differente!"
Il dromedario e il cammello (Gianni Rodari)
Questa mattina accompagnandoti alla scuola materna ho visto il tuo amichetto piangere; la maestra ha detto che chiede spesso:"maestra io sono brutto?, nessuno è come me!".
A. piange perchè ha la pelle scura e pensa, o meglio, qualcuno gli ha fatto credere che per questo lui è diverso e brutto.
Ho le lacrime agli occhi mentre scrivo, può un bimbo di tre anni sentirsi diverso e brutto per il colore della propria pelle?!
Mi vergogno! Davvero viviamo in un mondo in cui un bimbo deve soffrire per il colore della propria pelle?!
Mi piace pensare che domani tu e gli altri bimbi farete di questo mondo un posto migliore!

giovedì 14 gennaio 2010

..............un filo

"Un invisibile filo rosso collega coloro che sono destinati ad incontrarsi, a prescindere dal tempo, dal luogo o dalla circostanza. Il filo può allungarsi o aggrovigliarsi, ma non potrà mai spezzarsi!".

domenica 10 gennaio 2010

Grazie Martina!

Ieri abbiamo trascorso un bellissimo pomeriggio di giochi a casa di Martina, Simona e Michele

Un saluto speciale al dolcissimo Kosta......................non vediamo l'ora di rivederti!

video

giovedì 7 gennaio 2010

"Evviva la mamma è tornata!"

Ieri pomeriggio ho fatto una passeggiata con una mia amica e ho lasciato i miei due uomini a giocare felici in casa.
Quando sono tornata Ale è corso alla porta urlando: "è la mamma, la mamma è tornata, evviva la mamma è tornata!"...........l'ho abbracciato e ringraziato per la bellissima accoglienza.
Non c'era paura nelle sue parole (con il babbo stava bene e si era divertito), non voleva essere rassicurato sulla continuità della mia presenza, era semplicemente felice di rivedermi.
Nel letto, prima di addormentarmi, ho pensato a come immaginavo la mia vita mentre studiavo a Bologna: mi vedevo una giovane commercialista tutta dedita al lavoro, indipendente, volitiva- a bordo di una bella Porche blu-.
Eccomi oggi: lavoro part-time, quando Bruno è fuori per lavoro la notte non dormo, vivo per mio figlio, guido una bella macchina familiare.
Qualcuno potrebbe obiettare che le mie aspettative sono state disattese, ma a mio avviso la vita ha superato i miei sogni!.
"Evviva la mamma è tornata!"
Grazie Ale, ti voglio tanto tanto bene!

mercoledì 6 gennaio 2010

Befana

Questa notte è arrivata la befana, ha fatto merenda (succo e biscotti) e ha lasciato qualche gioco e un po' di carbone dolce per Ale, per il babbo e la mamma il Decreto di idoneità per la seconda adozione. Fra i regali l'arca di Noè e un libricino che ne spiega la storia. Finita la lettura Ale era un po' smarrito così abbiamo pensato di cantargli la canzoncina che gli piace tanto per fargli capire chi era Noè. Allora.... :"Un dì Noè nella foresta andò e tutti gli animali volle intorno a sè............, ci son due coccodrilli-e Ale: non ci sono- e un orangotango - e Ale: mamma non c'é-, due piccoli serpenti -e Ale: non ci sono-, un'aquila reale, il gatto, il topo -e Ale:mamma non c'é-................ Signori della Playmobile:"perché l'avete chiamata Arca di Noè ?".

venerdì 1 gennaio 2010

Buon 2010!

Un ultimo giorno dell'anno speciale: cinema, ristorante cinese e bowling, ma soprattutto tante risate in compagnia di Nhat, Kosta, Stefano e Roberta

...e naturalmente un dolce bacio di mezzanotte!

Auguriamo a tutti un felice e sereno 2010!