domenica 10 maggio 2009

Festa di Primavera

L'anno scorso in occasione della "Festa di Giulio il Coniglio" entravamo per la prima volta al nido Peter Pan per conoscere la scuola che Ale avrebbe frequentato qualche mese dopo; Ale era un po' spaesato e, anche se attratto dai giochi, si era limitato a giocare con Pippi, il suo "cuginetto".
Oggi siamo stati alla "Festa di Primavera" ed è stato bellissimo vedere Ale correre e divertirsi come un pazzo con i suoi compagni di classe, e non solo, chiamare per nome "i suoi peferiti", saltellare vedendoli arrivare, presentarceli e muoversi tranquillamente in un ambiente ormai a lui familiare.
Da circa un anno Ale frequenta il nido e ogni giorno é contento di andare dalle sue maestre a dai suoi amici; tutte le mattine porta da casa un gioco e appena entra in classe lo mostra ai suoi compagni per giocarci insieme, quando è ora di tornare a casa "bisogna prelevarlo a forza", altrimenti continua a giocare; la prima cosa che fa una volta saliti in macchina per tornare a casa é chiedere di poter ascoltare "michetta Delia" -il cd che le maestre hanno inciso e regalato ai bimbi a Natale-; la prima lettera dell'alfabeto che ha imparato a riconoscere é la I di Imma (una delle sue maestre).
In questo anno Ale è fiorito, si è trasformato da un bimbo timido timido in un ragazzino curioso, che ama la compagnia degli altri bimbi e con loro gioca e impara con piacere.
In tutto questo Delia, Michela, Imma e Michela sono state fondamentali, con la loro allegria, dolcezza, professionalità e con l'amore che mostrano nei confronti dei bimbi e del loro lavoro.
Eccole

ed ecco Ale durante la festa con alcuni dei suoi compagni

video

2 commenti:

Cristina e Luigi ha detto...

Ale sei proprio fiorito, sei sereno e dolce.
Le foto sono bellissime ma tu sei ancora meglio dal vivo.
Ciao da Giada, Cri e Gigi

P.S.: approfittiamo per fare gli auguri a mamma Michela.

Simona & Michele ha detto...

E' vero, anche l'amore delle dade fa fiorire i bimbi ed Ale ne è sicuramente la prova.
Un grande abbraccio, sperando di potervelo dare presto dal vivo.
Simona, Michele e Martina